lunedì 3 dicembre 2007

adv 2.0

Ovviamente il grande fenomeno dei blog e di tutti i network sociali 2.0 non poteva non essere sfruttato dalla pubblicità. Ma c'è da notare come in un mondo più libero e quindi più rispettoso delle altre opinioni, anche la pubblicità entra in punta di piedi! E lo fa attraverso il codice etico di coinvolgimento dei blogger creato dall'agenzia pubblicitaria Ogilvy e che ha avuto molta risonanza della rete. Se ne è discusso in blog autorevoli come NinjaMarketing o Minimaeketing e in tanti altri...
In realtà tutta questa discussione sul codice è nata dal Viral fatto per le caramelline Valda, che ha riscosso notevole succeso nella blogosfera.

Voi cosa ne pensate, è giusto coinvolgere i blog nelle azioni di pubblicità o marketing?

1 commento:

sax ha detto...

Ormai la pubblicità non ha confini, la si trova dovunque,anche nei posti più in impensati...Ormai le aziende tendono più a curare il lato promozionale e pubblicitario di un prodotto, che a migliorare la qualità del prodotto stesso. I blog sono nati come spazi virtuali prettamente privati, ma nell'era in cui viviamo sono convinto che più che essere coinvolti nelle azioni di pubblicità, saranno travolti e impotenti di fronte alla forza di questo strumento di mercato.